15 49.0138 8.38624 1 0 4000 1 https://www.le7sorelle.it/Blog 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Bierhoff: il bomber silenzioso che fece grande l’Udinese

bierhoff udi

Oliver Bierhoff, classe 1968: professione calciatore. Fuori dal campo appariva spesso mite, gentile, sorridente. In campo era implacabile. Comincia a muovere i primi passi in Germania, la sua terra natia, nel Uerdingen. Passa poi in Austria dove col Salisburgo segna ben 23 gol. Lo notano subito in Italia, una su tutte l’Inter che lo strappa alla concorrenza e lo gira all’Ascoli. I primi anni italiani non saranno fortunati ma la gloria non tarderà ad arrivare. Il passaggio all’Udinese segna la sua ascesa: due stagioni, 45 gol segnati, un titolo di capocannoniere e due piazzamenti europei per i friulani. Con la sua maglietta numero 20 sulle spalle, ovviamente. Un cimelio che Le 7 Sorelle non si è fatto scappare.

bierhoff

Bierhoff però non si accontenta e passa al Milan dove, assieme a Weah, forma una coppia incredibile che regala ai Diavoli subito lo Scudetto. Per Bierhoff i gol nella sua prima stagione milanista saranno 19, dei quali ben 14 di testa. Passa poi al Bayern ma chiude la carriera ancora in Italia, al Chievo, in una delle parentesi più romantiche della storia recente del calcio italiano. In Nazionale, in appena due anni di convocazioni, segna 20 gol e riesce a vincere l’Europeo del ’96. In totale, in carriera, i gol sono stati 211. Sempre col sorriso, sempre a sgomitare, sempre in rispettoso silenzio. Gli avversari avevano paura quando lo dovevano marcare. Lui sapeva cosa doveva fare: stare lì, in area di rigore, e segnare. Oliver Bierhoff: l’eroe di Udine.

Indietro
Avanti
v4b7q7HBxaC3YIbG